home Comune di Ariano Irpino Ariano Irpino
 
Comune di Ariano Irpino

 Carta dei Servizi

AREA AREA FINANZIARIA

 

SERVIZI RAGIONERIA - TRIBUTI - ATTIVITÀ PRODUTTIVE
Via Tribunali (Palazzo degli Uffici)
Dirigente
Dott. Generoso RUZZA
> tel  0825 875327
> fax 0825 875343
> PEC:
> e-mail 
Orario di ricevimento del pubblico:
lunedì: 10,00-12,00
giovedì: 15,00-16,00
venerdì: 10,00-12,00

 

Orario di ricevimento al pubblico per gli Uffici:
lunedì, mercoledì, venerdì: 9-12
martedì: chiuso
giovedì: 15,30 -17,30

 

Servizio RAGIONERIA
PEC:
Titolare PO Servizio Contabilità, Finanze e Paghe
Dott.ssa Angela Ciani
> tel. 0825 875330
> fax 0825 875343
> Email

Ufficio Mandati
Personale
Maria Carmela Di Genio
> tel. 0825 875331
> fax 0825 875343
> Email
Rag. Franca Maraia
> tel. 0825 875331
> fax 0825 875343
> Email

Ufficio Entrate
Personale
Rag. Sergio Formato
> tel. 0825 875329
> fax 0825 875343
> Email

L'Ufficio riscuote le entrate di competenza del Comune.

Ufficio Impegni
Personale
Rag. Nicoletta Villani
> tel. 0825 875328
> fax 0825 875343
> Email

L'Ufficio si occupa della gestione complessiva degli impegni di spesa che vengono assunti sul bilancio dell'Ente.

Ufficio Economato - Provveditorato
Personale
Augusto Grasso
> tel. 0825 875332
> fax 0825 875343
> Email

L'Ufficio Economato cura la tenuta dell'inventario dei beni immobili dell'Ente e provvede agli acquisizione dei beni e dei servizi di interesse generale.

Ufficio Paghe e Stipendi
Personale
Rag. Carmen Pratola
> tel. 0825 875333
> fax 0825 875343
> Email

L'Ufficio cura gli adempimenti in materia di trattamento economico del personale.

Servizio Tributi
PEC:
Personale
Rag. Luciana Alterio
> tel. 0825 875316
> fax 0825 875343
> Email
Rag. Dania Marano
> tel. 0825 875311
> fax 0825 875343
> Email
Dott.ssa Barbara PRATOLA
> tel. 0825 875312
> fax 0825 875343
> Email
Rag. Marianna Salza
> tel. 0825 875311
> fax 0825 875343
> Email
Dott.ssa Marisa Santoro
> tel. 0825 875359
> fax 0825 875343
> Email
Mario Terlizzi
> tel. 0825 875315
> fax 0825 875343
> Email

Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani - TARSU

La tassa è dovuta per l'occupazione o la detenzione di locali ed aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, esistenti su tutto il territorio comunale. Le tariffe sono stabilite annualmente dal Comune, tenuto conto delle disposizioni di legge e delle norme del Regolamento Comunale.

I contribuenti hanno l'obbligo di presentare, entro il 20 gennaio successivo all'inizio dell'occupazione o detenzione, denuncia redatta su appositi modelli disponibili presso l'Ufficio Tributi.

L'obbligazione tributaria decorre dal primo giorno del bimestre solare successivo a quello in cui ha avuto inizio l'utenza e termina il primo giorno del bimestre solare successivo a quello in cui viene presentata denuncia di cessazione dell'utenza.

Entro il 20 gennaio dell'anno successivo deve inoltre essere denunciata ogni nuova occupazione o variazione relativa ai locali ed aree che comporti un maggior ammontare della tassa; entro lo stesso termine, su modelli distribuiti dall'Ufficio, i contribuenti possono richiedere, con decorrenza dall'anno successivo, l'applicazione delle riduzioni previste dal Regolamento Comunale nei seguenti casi:

  1. abitazione con unico occupante;

  2. abitazione a disposizione per uso stagionale e discontinuo;

  3. abitazione a disposizione come al punto precedente, con residenza per più di sei mesi all'anno all'estero;

  4. abitazione non superiore a 50 mq., utilizzata da persone solo o con coniuge, entrambe di età superiore ai 65 anni, che siano titolari di pensione sociale Inps e non siano proprietari di altri immobili.

Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche - TOSAP

La TOSAP è dovuta, di regola, ogni qualvolta un soggetto occupa il suolo pubblico ovvero spazi sovrastanti o sottostanti il suolo pubblico. Si applica, altresì, alle occupazioni realizzate su tratti di aree private sulle quali risulta costituita, nei modi e nei termini di legge, servitù di pubblico passaggio.

La Tassa è dovuta in proporzione alla superficie occupata, in base alle tariffe adottate dal Comune.

Le occupazioni di spazi ed aree pubbliche sono permanenti o temporanee a seconda che la durata sia superiore o inferiore all'anno.

Il cittadino deve richiedere preventiva autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico e provvedere al versamento sul c.c.p. 13094834 intestato a: Comune di Ariano Irpino - Servizio Tesoreria. Nel caso di occupazione permanente è necessario inoltre presentare ogni anno apposita denuncia.

Imposta Comunale sugli Immobili - ICI (fino al 31/12/2011)

L'Imposta è dovuta da tutti coloro che possiedono, sul territorio comunale, fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, come proprietari ovvero titolari di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione.

Il versamento dell'imposta dovuta, calcolata applicando alla base imponibile le aliquote e le detrazioni stabilite annualmente dal Comune, può essere effettuato in un'unica rata entro il 30 giugno dell'anno di imposizione ovvero in due rate di pari ammontare entro il 30 giugno e entro il 20 dicembre.

Per le aree fabbricabili sono disponibili appositi prospetti con i valori minimi deliberati dal Comune.

Il contribuente ha l'obbligo di denunciare tutte le variazioni intervenute nel patrimonio immobiliare entro i termini fissati per la dichiarazione dei redditi.

Novità Imu (Imposta Municipale Propria) dal 1° gennaio 2012

La legge 214 del 22 dicembre 2011 - cd “Manovra Salva Italia” - ha introdotto dal 1° gennaio 2012 in sostituzione dell'ICI la cd IMU (Imposta Municipale Propria).

L'istituzione dell'IMU è anticipata, in via sperimentale, a decorrere dall'anno 2012, ed è applicata in tutti i Comuni del territorio nazionale fino al 2014.

Conseguentemente, l'applicazione a regime dell'Inni è fissata al 2015.

L'IMU ha per presupposto il possesso di immobili, ivi comprese l'abitazione principale e le pertinenze della stessa.

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel Catasto Edilizio Urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in Catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

BASE IMPONIBILE IMU

La base imponibile dell'Imu è costituita dal valore dell'immobile determinato ai fini lei (art. 5, comma 1, 5 e 6 D. Lgs. 504/1992) e secondo le nuove disposizioni.

Per i fabbricati iscritti in Catasto, il valore è costituito da quello ottenuto applicando i seguenti moltiplicatori all'ammontare delle rendite risultanti in catasto, vigenti all'1° gennaio dell'anno di imposizione, rivalutate del 5%:

 ALIQUOTA IMU

L'aliquota di base dell'imposta è pari allo 0,76%.

I Comuni possono modificare, in aumento o in diminuzione, l'aliquota di base sino a 0,3 punti percentuali.

L'aliquota è ridotta allo 0,4% per l'abitazione principale e per le relative pertinenze.

I Comuni possono modificare, in aumento o in diminuzione, la suddetta aliquota sino a 0,2 punti percentuali.

L'aliquota è ridotta allo 0,2% per i fabbricati rurali ad uso strumentale.

I Comuni possono ridurre la suddetta aliquota fino allo 0,1%.

I Comuni possono ridurre l'aliquota di base fino allo 0,4% nel caso di immobili non produttivi di reddito fondiario, ovvero nel caso di immobili posseduti dai soggetti passivi dell'Ires, ovvero nel caso di immobili locati.

DETRAZIONE IMU PER ABITAZIONE PRINCIPALE

Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, € 200,00 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

Solo per gli anni 2012 e 2013 la detrazione è maggiorata di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale.

L'importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l'importo massimo di € 400,00.

VERSAMENTO DELL'IMU

Il versamento sarà effettuato mediante modello F24, con le modalità stabilite con provvedimento dell'Agenzia delle Entrate

Il versamento IMU viene effettuato dai soggetti passivi dell'imposta in due rate di pari importo, la prima con scadenza il 16 giugno e la seconda con scadenza 16 dicembre.

Imposta sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni

L'Imposta è dovuta per la diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche e per le pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che siano da tali luoghi percepibili.

L'imposta è dovuta in proporzione alla superficie del mezzo pubblicitario, in base alle tariffe stabilite annualmente dal Comune, tenuto conto delle disposizioni di legge e delle norme del Regolamento Comunale.

Il servizio di pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni è dato in concessione alla DITTA SOGET S.P.A. Piazza Duomo - Ariano Irpino.

Per le pubbliche affissioni il cittadino può telefonare direttamente al n. 0825 875359 mentre per gli altri messaggi pubblicitari e per le insegne deve richiedere preventiva autorizzazione comunale e, una volta ottenuta, inviare apposita denuncia corredata dal bollettino di versamento alla DITTA SOGET S.P.A.

Rimborsi

Il contribuente può presentare istanza documentata per ottenere il rimborso di versamenti indebiti entro 5 anni dal pagamento; l'Ufficio emette provvedimento di accoglimento o di diniego dell'istanza entro 90 gg. dal ricevimento.

Ravvedimento operoso

Il cittadino che si accorga di aver commesso errori nelle proprie dichiarazioni o versamenti, sempreché la violazione non sia stata già constatata e entro determinati limiti temporali, può, utilizzando lo strumento del ravvedimento operoso, regolarizzare la propria posizione effettuando l'adempimento omesso o irregolare versando una sanzione ridotta e graduata in base al tempo trascorso, oltre agli interessi calcolati su base giornaliera al tasso legale.

Controversie

Per ogni controversia relativa ai tributi locali è ammesso ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di Avellino entro 60 gg. dalla notificazione dell'atto (D.Lgs. n. 546/92). Il ricorso, in bollo da euro 10,33, redatto in duplice esemplare, è proposto mediante notifica al Comune a norma degli artt. 137 e seguenti del C.P.C. oppure mediante consegna o spedizione a mezzo plico raccomandato senza busta con avviso di ricevimento. Successivamente il ricorrente, entro trenta giorni dalla proposizione del ricorso, dovrà costituirsi in giudizio mediante deposito del ricorso presso la segreteria della Commissione Tributaria adita, secondo le modalità di cui all'art. 22, comma 1, del D.Lgs. n. 546/92.

 

SERVIZIO SVILUPPO ECONOMICO ED ATTIVITÀ PRODUTTIVE
PEC:
Responsabile Sportello Unico Attività Produttiva (SUAP)
Dott.ssa Maria Eleonora Bello
> tel. 0825 875334
> fax 0825.875343
> Email
Personale
Rag. Sebastiano Blaso
> tel. 0825 875336
> Email  
Rossella Grasso
> tel. 0825 875336
> Email

L'Ufficio, situato al secondo piano dell'edificio di Via Tribunali (Palazzo Uffici), si occupa delle seguenti materie:

 
HOME La Città Amministrazione Bandi Area Finanziaria Manifestazioni Cerca nel Sito Mappa del Sito
Comune di Ariano Irpino - P.zza Plebiscito | Tel 0825.875100 | Fax 0825.875147 | e-mail